Ripartiamo dai borghi: 5 luoghi da non perdere

Tra una zona arancione e l’altra, capita a volte (e speriamo sempre più spesso) di essere in zona gialla e finalmente poter uscire dal proprio comune o borgo di residenza.

Come uccellini che escono dalle proprie gabbie, sentiamo proprio il bisogno di spiccare il volo, ahimè.

Vi consiglio in questo articolo 5 borghi da visitare, di modeste dimensioni ma dal carattere unico.

1. Corinaldo

Ripartiamo dai borghi: Corinaldo

Denominato anche “il paese dei matti” per le bizzarre leggende che avvolgono il borgo,  Corinaldo presenta oggi un centro storico suggestivo e unico nel suo genere.

Con pochi passi, è possibile ammirare meravigliose chiese e monumenti, dalla collegiata di San Francesco, alla chiesa del Suffragio, la chiesa della Madonna Addolorata e persino il santuario di Santa Maria Goretti.

Con pochi passi ancora è possibile percorrere leggende che caratterizzano alcuni luoghi del borgo, come il pozzo della Polenta, la Casa di Scuretto o il cedro dell’Himalaya.

Se siete interessati a visitare la città di Corinaldo, leggete l’articolo completo al link qui di seguito: https://lemarchechenontiaspetti.com/cosa-vedere-a-corinaldo/

2. Fiorenzuola di Focara

Ripartiamo dai borghi: Fiorenzuola

Immaginatevi di avere davanti ai vostri occhi nello stesso momento, il blu intenso del mare e le sinuose colline dell’entroterra. Ora, potete smettere di immaginare, perché dovete sapere che esiste un borgo in provincia di Pesaro Urbino che vi offrirà l’esperienza perfetta: Fiorenzuola di Focara.

Se siete interessati a visitare il borgo, leggete l’articolo completo qui di seguito: https://lemarchechenontiaspetti.com/fiorenzuola-focara-la-finestra-sul-mare/

3. Peglio

Ripartiamo dai borghi: Peglio

Impossibile non rimanere affascinati dalla vista a 360° che si ha nel borgo di Peglio, su tutte le colline circostanti.

Ma la bellezza la troviamo anche nel borgo stesso, passeggiando tra le tranquille e strette viuzze del borgo.

Se siete interessati a visitare il borgo, leggete l’articolo completo qui di seguito: https://lemarchechenontiaspetti.com/peglio-il-balcone-naturale/

4. Mondavio

Ripartiamo dai borghi: Mondavio

Bandiera arancione dal 2003, Mondavio è uno dei borghi più belli d’Italia.

L’elemento più dominante del borgo è sicuramente la Rocca Roveresca, dotata di una struttura imponente e architettura suggestiva.

Se siete interessati a visitare il borgo, leggete l’articolo completo qui di seguito: https://lemarchechenontiaspetti.com/mondavio-borghi-piu-belli-ditalia/

5. Saltara

borgo di Saltara

La piccola frazione di Saltara fa parte del comune di Colli al Metauro, ma nonostante questo è bene ricordare che il borgo è rimasto autonomo fino al 2016. Le mura del castello e la grande scalinata cattureranno sicuramente la vostra attenzione, ma non sono da meno nemmeno le tipiche viette del borgo.

Se siete interessati a visitare il borgo, leggete l’articolo completo qui di seguito: https://lemarchechenontiaspetti.com/saltara-la-piccola-frazione-colli-al-metauro/

F.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.